Ale è ai domiciliari

Oggi il ragazzo è arrivato a casa con la quarta nota in un mese, sempre per le ragioni che vi avevo elencato precedentemente e ho sbroccato, gli ho detto che da oggi sarà ai domiciliari, potrà uscire da camera sua solo per andare a scuola, andare in bagno, mangiare e fare i compiti, sequestrati videogiochi, stereo, tablet , telefono e tv fino a data da destinarsi

e che non si azzardi a invitare amici a casa perchè non li faccio entrare

adesso ha superato ogni limite umano di pazienza, arriva la prima nota e lasci correre perchè può succedere, ma gli spieghi comunque con calma come può migliorare, arriva la seconda e anche li alzi un attimo i toni e inizi a fargli gli schemi e le tabelle per aiutarlo a ricordarsi le cose

d’altronde è DSA e ha un problema con la memoria di lavoro e allora lo aiuti

arriva la terza nota e gli ricordi nuovamente che lui DEVE seguire gli schemi altrimenti non ce la fa

da oggi l’ho obbligato a seguire i miei consigli a non azzardarsi a fare di testa sua e ad essere trattato come la sorella di 7 anni, anzi no, perchè la sorella è più indipendente

e che cavolo, che vadano a quel paese tutte le teorie per cui , devo mettermi lì a parlargli, a spiegargli le cose a farcelo arrivare da solo, io con lui ho provato, ma è solo tempo perso, sfido chiunque a mantenere la calma davanti ad un lavativo del genere, sono molto delusa per il suo comportamento e non ho mancato di farglielo presente

come gli ho fatto presente la figura di mer… che sta facendo con i compagni e i professori, arriva lui bello bello i primi giorni di scuola e parla di CERN, di chimica, di estrazioni di DNA, tiene testa ai professori per misurare la loro preparazione

e dopo un paio di mesi siamo ridotti a questo punto, complimenti bella figura

ma la cosa che mi manda di più in bestia e che io lo sto obbligando a fare quello che gli avevo già detto, spiegato, ripetuto un milione di volte e lui mi guarda e mi dice, cavolo mamma ma così riesco meglio

……………………….( conta fino a un milione altrimenti gli dai una craniata che rimbalza contro il muro) si l’ho pensato davvero e ho dovuto allontanarmi fisicamente da lui

perchè fa così? perchè

cavolo sono lì sempre a loro disposizione, ci perdo del tempo a spiegargli le cose, accolgo i suoi limiti, gli do opzioni a non finire e lo sprono a crearne di sue, invitiamo i compagni a casa per creare il gruppo e per ora siamo gli unici genitori che lo stanno facendo, sono sempre in prima linea per lui, l’ho difeso, ho organizzato serate per far conoscere la plusdotazione, ho chiesto un inserimento consapevole e non poteva andare meglio di così e questo cosa fa??????????

no, non ditemi di stare calma, non azzardatevi, non iniziatemi a farmi i soliti discorsi sulla comprensione, sul dialogo, sui suoi limiti sia anagrafici che di DSA perchè non ci credo che voi quando i vostri figli arrivano a questi punti riusciate a mantenere la calma e a non fare le mie stesse piazzate

mi spiace oggi sono incazz.. nera e ho bisogno di metabolizzare ma sopratutto ho bisogno di vedere che da parte sua arrivi una consapevolezza, che arrivi il messaggio spuntato blu come quello di WhatsApp che mi faccia capire che ha letto ma che ha anche capito che sta facendo una grande cavolata continuando a comportarsi così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.