Io e mio marito

Dovete sapere che in casa nostra regna un clima di autoironia ai massimi livelli e di questo devo ringraziare immensamente mio marito che ha insegnato alla sottoscritta a non prendersi mai sul serio; prima ero un tipo molto palloso, adesso sono la prima che scherza e la butta sul ridere

questo clima ha contagiato i bambini e fortunatamente anche Ale ha imparato a sdrammatizzare parecchio, Ele è ancora piccola e giustamente fatica un po’ ma, penso, che respirando quest’aria in casa non tarderà a raggiungere anche lei la leggerezza del non essere perfetti

giustamente voi vi starete chiedendo, come mai ci sta parlando di questa situazione?

Perché non sempre si ride e si scherza e a volte lo scherzo diventa un filino pesante e ieri sera nel letto io e mio marito abbiamo avuto una piccola discussione, nulla di importante ma devo dire che mi sono offesa per un paio di frasi che ha detto scherzando

questa mattina gli ho mandato un messaggino dicendogli che a volte mi farebbe piacere sentire che faccio bene piuttosto che continuare ad evidenziare scherzando tutte le mie mancanze anche, se non ero sicura, di fare qualcosa bene; la mia poca autostima esce sempre fuori in questi casi

lui mi ha risposto dicendomi che faccio bene tantissime cose anzi forse troppe e non me lo dice perché mi vede sicura di me e pensa che io ne sia consapevole.

Oggi è il nostro anniversario, 20 anni da quando ci siamo conosciuti e non ci siamo più lasciati, 20 anni di noi, con alti e bassi, 20 anni di vita insieme ma nonostante tutto questo tempo lui riesce ancora a farmi emozionare

riusciamo anche tramite messaggini a dirci cose che magari per pudore o per poco tempo non riusciamo a dirci in faccia, perché è facile sottolineare gli errori delle altre persone

ma molto più difficile elogiarle per il lavoro che fanno

abbiamo fatto tanta strada, ci siamo scontrati e allontanati, ci siamo riavvicinati e poi ripersi, ma non abbiamo mai mollato un attimo, perché alla fine della giornata anche se è un brutto periodo io non riesco ad andare a letto se lui non c’è, mi manca proprio fisicamente

quando lui è di turno in croce rossa io dormo nel letto con Ele perché fatico a dormire in quel letto grande tutta sola, lui è la mia coperta di Linus, è il mio mondo è il mio tutto

ci hanno sempre giudicati strani, diversi, anche le nostre famiglie, eppure la nostra diversità e la nostra particolarità, sicuramente ereditata dai ragazzi, ci ha uniti e ci ha fatto capire che no, noi non siamo diversi

viviamo solo le emozioni in maniera totalizzante, vediamo il mondo con occhiali colorati e troviamo soluzione bizzarre ai problemi; ma siamo uguali, e funzioniamo nello stesso modo e non siamo sbagliati

auguri amore, auguro ai nostri figli di trovare una persona con cui costruire un legame come il nostro, di trovare l’altra metà della mela e di non lasciarsela sfuggire

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.