Oggi abbiamo ringraziato la Dirigente

Eravamo a scuola per la recita di Natale di Ele, e prima di uscire siamo passati in dirigenza.

Abbiamo chiesto al bidello se potevamo parlare con la dirigente e lui ci ha detto di attendere, dopo qualche minuto ci riceve e ci chiede subito di Ale, ammetto che io sono rimasta stupita del fatto che si ricordasse di noi, del resto l’istituto comprensivo è formato da più di 1.800 alunni

Le abbiamo subito riferito che Ale si trovava davvero bene e che la coordinatrice di classe ci aveva detto che lei si informava sempre sul suo andamento

L’abbiamo ringraziata di tutto, del fatto che è riuscita ad individuare un corpo docenti validissimo e sopratutto che fosse disposto a collaborare e non avesse paura di incontrare sia l’associazione che ci segue per la plusdotazione e la disgrafia che la psicologa che lo segue per i problemi sorti nella vecchia scuola.

L’abbiamo informata che si è già instaurato un bellissimo rapporto scuola-famiglia e che grazie a questa sinergia Ale è più tranquillo e rilassato ed ha accettato tutti i professori indistintamente, lasciando tutti a bocca aperta, ammetto che avevamo messo in conto che potesse mal tollerare alcuni insegnanti, invece ci ha stupiti

Le abbiamo anche riferito che il gruppo classe è fantastico e l’abbiamo ringraziata per la classe che è riuscita a creare, ci ha confidato che non è facile formare le nuove sezioni perchè molte volte sulla carta hanno delle ottime potenzialità e poi invece nella quotidianità si possono creare dei meccanismi che mandano a monte tutto il lavoro

Lei ci ha anticipato che nell’ora di alternativa, visto che Ale ha deciso di non fare l’ora di Religione Cattolica, inizierà un progetto di scienze molto interessate, io sono rimasta senza parole; l’ho ringraziata nuovamente e lei mi ha sorriso, dicendomi che per lei è stato molto positivo questo incontro perchè di prassi i genitori che la contattano lo fanno perchè ci sono dei problemi e invece pochissimi la ringraziano per quello che ha fatto, era davvero contenta

Come sappiamo la formazione degli insegnati è fondamentale e imprescindibile ma fino a quando questo percorso non sarà a disposizione di tutti gli istituti di ogni ordine e grado l’importante è riuscire a trovare insegnanti e dirigente, motivati, intelligenti e umili che non abbaino paura a mettersi in discussione, a collaborare con la famiglia per creare un clima sereno e costruttivo ma sopratutto che abbiamo voglia di capire chi è l’alunno che hanno di fronte

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.