Ele, la penna e la mania di perfezionismo

Dovete sapere che in classe di Ele la maestra sta iniziando a fare usare la penna, ma al contrario delle solite penne a sfera la sua maestra vuole che usino subito la biro

ed ecco che la mania di perfezionismo di Ele, che in questi mesi era rientrata sta uscendo prepotentemente, non vi nascondo che fatico a gestirla

la sua maestra non la fa usare sempre ma solo alcune volte a casa per copiare dei brani, così noi genitori possiamo seguirli, ma appena lei fa un errore è una tragedia

questa mattina ha riportato a casa un compito in cui aveva fatto 4 errori e dove la maestra le ha richiesto di rifare, io mi sono arresa e le ho fatto la giustifica; non mi era mai successo di arrendermi così

mi sono posta alcune domande:

è giusto che la maestra chieda di rifare un compito perchè presenta 4 errori, con uno strumento nuovo che usano poco?

è giusto pretendere sempre la perfezione?

e’ giusto vederla piangere e sentirla dire che lei non vale nulla e non è capace a fare niente?

questo argomento lo avevo già trattato ai colloqui e avevo già espresso le mie perplessità e dopo infatti tutto era rientrato, anche loro conoscono bene Ele e sanno che è un diesel

ha bisogno di tempo per accettare i cambiamenti perchè lei li odia, poi una volta assimilati e digeriti va come un treno

e anche la penna per lei è un’enorme cambiamento

devo ammettere che io non ero abituata a questi problemi Ale si tuffa a pesce nelle novità anzi più ce ne sono più lui si diverte, lei ovviamente è l’esatto opposto, fin da piccolissima

io mi illudo sempre che con la crescita qualcosa migliori ma non è successo e penso che lei sarà sempre una ragazza che odia i cambiamenti

nella giustifica ho scritto che Ele fatica ad accettare lo strumento e che il compito lo avrebbe fatto in settimana ma non oggi, ha bisogno di più tempo per accettare il tutto, le ho anche chiesto se potevo far usare la penna nei compiti a casa per farla abituare pian piano

con lei purtroppo bisogna fare un passo alla volta, e ripartiremo da zero, prima le farò accettare la penna, poi una volta accettata lavoreremo sugli errori e poi sull’ordine, se le chiediamo tutto insieme adesso lei entra in crisi e non otteniamo nessun risultato, anzi abbiamo una bambina in crisi, che odia la scuola e che vive malissimo i compiti

quando invece con la matita questi problemi sono superati, oddio i compiti non le piacciono ancora ma li vive con più calma e meno ansia

purtroppo la paura di sbagliare e la sua poca autostima, la mettono in crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.