Ale, la prima insufficienza e la fatica

Periodo difficile per l’undicenne di casa, si sta scontrando contro la fatica dello studio,

dovete sapere che un ragazzino plusdotato è abituato a non aprire i libri perché alla vostra richiesta, se abbia studiato o meno, vi sentirete rispondere, con un’alzata di spalle:” tanto lo so”.

Ma se il primo quadrimestre della prima media è un ripasso generale, il secondo invece no e si inizia ad alzare l’asticella e a fare argomenti nuovi e in maniera molto più approfondita.

Ale sta entrando in crisi, ha sempre vissuto con molta leggerezza le verifiche e le interrogazioni, forte del fatto che lui già sapeva non apriva mai un libro e fino ad un mese fa questa tattica ha funzionato.

 

Durante l’ultima interrogazione di storia ha preso 8.5 e la professoressa gli ha fatto presente che capiva che non aveva studiato, alla mia richiesta di spiegazioni mi ha risposto:” signora mi sono accorta che Ale non aveva studiato ma ha fatto dei collegamenti che i compagni si sognano e anche se alcuni particolari e alcune date non le ha dette io non potevo assolutamente dare un’insufficienza”.

Il primo quadrimestre si è concluso, il pagellino è ottimo senza il minimo sforzo.

Ma l’inizio del secondo è stato subito funestato dal primo 5, lui inizia a sentirsi insicuro, si fa prendere dall’ansia, cosa che prima non sapeva dove stava di casa, ma nonostante tutto non vuole studiare,

entra in crisi, piange e non riesco a fargli capire che deve aprire quel cavolo di libro e leggere, studiare, fare le mappe e ripassare, a questa mia richiesta partono urla e pianti.

Lo sapevo che prima o poi questa tappa sarebbe arrivata, sono “contenta” che sia arrivata adesso che ha 11 anni e che ancora mi ascolta, se fosse arrivata più in là penso che l’abbandono scolastico sarebbe stato inevitabile.

Non vi nascondo che sono preoccupata di questa sua ansia e paura, ma soprattutto sono preoccupata che non capisca che deve studiare, che adesso il periodo del raccolto è finito e che deve seminare e spaccarsi la schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.