Mamma la profe mi ha letto nel pensiero

Ale sabato è tornato da scuola con questa frase e io l’ho guardato stupita.

Ebbene sì, sapevamo che la profe di italiano aveva sostenuto un esame sulla plusdotazione, ma ci ha lasciato senza parole.

Settimana scorsa aveva dato un giudizio al compito di storia di Ale e, sotto mia indicazione, Ale le ha chiesto chiarimenti.

Sabato mattina mi ha detto che le ha riferito la sua difficoltà a capire il giudizio che ha ricevuto ma, soprattutto, non sa come risolvere la situazione.

La profe gli ha risposto che lei ha contestato il fatto che, sia nelle interrogazioni che nelle verifiche non usi i termini esatti,

allora Ale ha ribattuto dicendo che non sa come fare, non ci riesce.

La professoressa a questo punto ha calato l’asso e gli ha detto :” Ale lo so che tu non riesci, perché mentre io spiego tu in automatico pensi alle mappe mentali e le “costruisci” nella tua mente”

Ale quando mi riferiva questa frase era elettrizzato e mi ha detto :

” mamma ma lo sai che lei mi capisce? ma come ha fatto a capire come funziono?”

Dirvi che era al settimo cielo quando mi raccontava l’episodio è un eufemismo.

Per la prima volta abbiamo trovato una professoressa che lo capisce e capisce come ” funziona” e per lui sono 1.000 punti di autostima e sono oro colato nei confronti del suo rapporto della scuola.

Adesso si sente accolto, ascoltato, capito, sa che dall’altra parte ci sono professori che sanno come funziona e lo stanno dimostrando e professori che stanno cercando di accogliere le nostre richieste.

Dovreste vedere che cambiamento sta facendo,

la sua testa è ripartita, è ritornato di nuovo lui, sempre con i pensieri a mille, domande su domande, curiosità, voglia di scaricarsi anche fisicamente.

Per tanti anni non è stato accolto e capito e si sentiva sbagliato, questo team di professori sta facendo davvero la differenza, a volte basta davvero poco, basta farli sentire accettati e capiti per aiutarli a capire che non sono sbagliati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.