Non chiedete ad una mamma…..

Non chiedete ad una mamma di smettere di lottare per il proprio figlio,

non lo farà mai.

Non chiedete ad una mamma di mettersi in un angolo perché la scuola non ha le risorse,

non lo farà mai.

Non chiedete ad una mamma di scegliere quale figlio preferisce,

non lo farà mai.

Non chiedetemi di mettermi da parte perché se la scuola non riesce a gestire i bambini con difficoltà

allora i miei figli devono rinunciare ad un loro diritto,

questa è discriminazione.

Non chiedetemi di fare una guerra tra poveri,

perché finché avrò voce urlerò con tutta la mia forza che TUTTI i bambini devono essere riconosciuti e tutelati.

Voglio ribadire un concetto molto semplice ma che spero sia chiaro,

io non ho mai e poi mai affermato, come qualcuno ha insinuato, che i miei figli devono essere riconosciuti a discapito di altri

Non mi permetterei mai di dire una frase del genere, semplicemente perché non la penso,

le guerre tra poveri che tanto sono in voga non mi interessano,

è palese che lo Stato italiano non voglia, per scelta, fare una politica per le famiglie e non voglia, per scelta, tutelare i nostri figli, ma io, se voi volete,

sono a disposizione per urlare tutti insieme che

OGNI BAMBINO HA IL DIRITTO DI ESSERE RICONOSCIUTO E RISPETTATO

indipendentemente dalla sua diagnosi, valutazione, religione, credo od orientamento sessuale dei genitori.

Se anche ad un solo bambino viene chiesto di rinnegare se stesso e la sua indole per mancanza di informazioni, fondi o volontà personale di cambiare la situazione

SIAMO TUTTI COLPEVOLI.

 

10 Commenti

  1. Cristina

    bellissimo post!! Concordo pienamente con tutto ciò che hai scritto!!!

    Risposta
  2. mammaalcubo

    Ogni mamma lotta per i bisogni e la felicità dei propri figli. Anche se nel tuo caso sarà più difficile, vista la situazione nelle scuole italiane, fai bene a non arrenderti.
    Un abbraccio

    Risposta
    1. Chiara Gifted (Autore Post)

      Grazie, io non mi arrendo non posso permettermelo.

      Risposta
  3. Silvia Fanio

    Il problema è che le istituzioni non danno valore all’educazione dei bambini. L’educazione deve essere a costo zero.
    Ma bisogna cambiare prospettiva perché i bambini di oggi saranno gli adulti di domani!

    Risposta
    1. Chiara Gifted (Autore Post)

      Esatto

      Risposta
  4. Giorgia

    “OGNI BAMBINO HA IL DIRITTO DI ESSERE RICONOSCIUTO E RISPETTATO
    indipendentemente dalla sua diagnosi, valutazione, religione, credo od orientamento sessuale dei genitori.” La penso come te. Continua così!!

    Risposta
    1. Chiara Gifted (Autore Post)

      Grazie lo penso veramente i bambini devono essere rispettati sempre.

      Risposta
  5. Francesca

    Bellissimo post! Condivido!

    Risposta
    1. Chiara Gifted (Autore Post)

      Grazie

      Risposta
  6. SERENA

    quanta verità!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.