Seconda stella a destra

Titolo: Seconda stella a destra

Autore: Amedeo Balbi

Editore Dea

 

Questa settimana vi propongo una raccolta di 29 brevi biografie semiserie, come recita il sottotitolo, di altrettanti astronomi e astronome illustri:

da Aristarco di Samo a Jocelyn Bell, passando per Tolomeo, Copernico, Galilei, Newton, Einstein, Gamow e Hoyle.

Storie dense d’emozioni, raccontate in modo divertente da Amedeo Balbi, astrofisico, divulgatore e associato Inaf.

Ventinove personaggi che, come scritto nella presentazione,

«tutto ciò che volevano erano le risposte che ognuno di noi cerca, in fondo. E guardavano lontano nello spazio per guardare indietro nel tempo, per guardare dentro di noi, dentro quel buco nero di incertezze e interrogativi che è l’essere umano».

In “Seconda stella a destra” Balbi ci accompagna per mano per far comprendere, in modo semplice e divertente,

alcuni passaggi fondamentali per lo studio e la conoscenza dell’universo nonché i più importanti segreti di questa complessa scienza.

Nella prima parte del volume questo avviene attraverso il racconto delle storie personali dei grandi protagonisti dell’astronomia:

“Una scelta voluta – spiega l’autore – perché credo che anche l’aspetto umano sia importante per la comprensione dei fenomeni scientifici”.

Nella seconda parte, invece, passa in rassegna le scoperte e i progressi fatti dagli astronomi.

Si va dal sistema tolemaico, a quello copernicano; da quello misto di Tycho Brache, alle leggi empiriche di Keplero fino alla legge gravitazionale universale newtoniana.

Non solo.

Si arriva anche a parlare della teoria degli universi paralleli.

Insomma, è l’universo che cambia nel frattempo, un universo oggi smisurato e in continua espansione.

Ma Balbi ce lo viene a raccontare in modo così divertente che anche i più giovani lettori smettono di preoccuparsi e si appassionano ai suoi racconti,

alle storie dei grandi protagonisti della scienza, alla schiera di irriducibili bastian contrari, di stralunati pionieri che sono partiti alla conquista del mistero tracciando nello spazio smisurato del cosmo un sentiero per noi.

Età di lettura consigliata: direi dai 10 anni.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.