Il valore dell’amicizia

Oggi vorrei parlarvi dell’amicizia,

chi mi segue dagli inizi sa che Ale ha avuto problemi di bullismo in prima e seconda elementare

si, lo so, sembra assurdo che certi episodi possano capitare a dei bambini così piccoli

eppure, la voglia di sentirsi superiori agli altri e di denigrarli inizia sempre prima e se, gli insegnanti, non vigilano come dovrebbero

e classificano degli episodi pesanti come ” bambinate” il mix diventa esplosivo e ingestibile.

Così Ale oltre a cambiare istituto scolastico ha dovuto ricostruire tutti i rapporti di amicizia, ma anche nella classe nuova

non riusciva a fidarsi, la paura di aprirsi e di affidarsi ad un bambino lo terrorizzava e non andava oltre la semplice convivenza.

La dirigente conosceva questo suo problema e con l’iscrizione alle medie, essendo un istituto comprensivo, abbiamo fatto presente

quanto per noi fosse importante che i professori che lo accoglievano sapessero di queste problematiche.

Devo dire che la dirigente è stata fantastica e ha inserito Ale in una bellissima classe, i professori sono molto attenti alle dinamiche interpersonali,

fin dal primo giorno hanno creato un gruppo, li hanno iscritti a dei concorsi scolastici per aiutare il senso di appartenenza e il gioco di squadra

e devo dire che anche noi genitori abbiamo cercato di portare a casa il lavoro che stavano facendo a scuola,

abbiamo invitato gli amici il sabato sera a vedere i dvd, oppure a cena, sempre rigorosamente da soli e senza la nostra presenza

e quest’anno finalmente i frutti si stanno vedendo.

In questo periodo in cui Ale ha un problema alla gamba i suoi amici sono sempre con lui, gli tengono compagnia a ricreazione,

lo aiutano a portare lo zaino,

addirittura la professoressa di tecnologia ci raccontava che lei durante l’ora di disegno lascia gli alunni liberi di sedersi vicino

ai compagni preferiti a patto che lavorino

e così i fantastici 4 si ritrovano sempre vicini e la professoressa ne è entusiasta perché, nonostante la vicinanza,

non disturbano e lavorano molto bene.

Inutile dirvi che Ale è felicissimo di queste amicizie che stanno nascendo e si sta finalmente fidando e legando non ad uno ma a ben 3 compagni

se me lo avessero detto qualche anno fa, ammetto senza vergogna che non ci avrei creduto

e invece con le giuste condizioni si è rilassato e ha deciso che valeva la pena lanciarsi e vedere come andava.

Anche sabato pomeriggio gli è arrivato un messaggio per un invito a casa di uno dei 4 per guardare ” i pirati dei caraibi 4″

e, ovviamente, lo abbiamo portato.

Vederlo nuovamente felice ed integrato con i compagni ci rende molto felici, speriamo che questa piccola pianta,

che sta curando ogni giorno, possa diventare un grande albero che lo possa accompagnare per tutta la vita.

 

2 Commenti

  1. Silvia Fanio

    Sebbene ci possano essere episodi bruttissimi, c’è sempre la possibilità di ricominciare. Le persone buone esistono, per fortuna. Ed auguro al tuo bambino di essere sempre circondato da amici che lo apprezzano per quello che è.

    Risposta
    1. Chiara Gifted (Autore Post)

      Hai ragione Silvia, ci sono persone buone e bisogna trovare il coraggio di affidarsi

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *