Parola d’ordine: Responsabilità

Ebbene si, quest’anno la nostra estate sarà accompagnata da questa parola d’ordine.

Voi vi chiederete perchè non lascio in pace questi poveri ragazzi e me ne invento una ogni volta,

ovviamente ve lo spiego subito.

Ultimamente ho notato che la parola colpa era troppo presente nei loro discorsi,

quando facevo notare ai ragazzi una loro dimenticanza la risposta era più o meno la seguente:

” mamma non è colpa mia”

oppure

” mamma lo so ho tutte le colpe me ne sono dimenticato”.

Questa parola così negativa non mi piaceva,

è vero se sbagliano devono capire l’errore ma perchè non cambiare prospettiva e aiutarli a crescere?

Perchè non tramutare in positivo un linguaggio che la società ci impone come negativo?

E così mi è venuta in mente questa ” missione”;

adesso che le scuole sono finalmente finite e che tutti siamo più rilassati

è il momento giusto per provare a cambiare rotta e a per cercare di aumentare l’indipendenza e l’autostima.

E così da qualche giorno si parla di responsabilità, perchè ogni persona ne ha e deve rispettarle.

Ele dopo che ha giocato ha la responsabilità di riordinare, possibilmente senza urla e strepiti,

e così ha capito che lei è responsabile dei suoi giochi e se non li trova è una sua responsabilità.

Ale ha la responsabilità tenere in ordine la sua camera.

Ovviamente questi sono degli esempi ma credetemi non hanno solo queste,

chiediamo loro di aiutarci in casa e di ascoltare le nostre consegne,

cosa per ora molto difficile e complicata perchè l’iniziativa personale e la creativa sono dietro l’angolo.

Insomma noi ci stiamo provando, vogliamo far capire ai ragazzi che ogni individuo deve rispondere a delle responsabilità

dettate dalle famiglia, dalla società, dagli insegnanti

ma nessuno ha delle colpe,

nella vita si sbaglia, capita a tutti,

l’importante è capire l’errore, avere l’umiltà di ammetterlo e partire da quello per migliorasi e

per impegnarsi.

E voi che parola d’ordine avete per l’estate?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.